Pierce Brosnan fermato in aeroporto con un coltello, pensava di essere ancora 007?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 agosto 2015 9:04 | Ultimo aggiornamento: 5 agosto 2015 9:05
Pierce Brosnan fermato in aeroporto con un coltello, pensava di essere ancora 007?

Pierce Brosnan

WASHINGTON – L’attore Pierce Brosnan, che forse pensava ancora di vestire i panni di 007, è stato fermato dalla sicurezza dell’aeroporto di Burlington, nel Vermont, mentre tentava di salire a bordo con un coltello. Gli agenti della US Transportation Security Administration gli hanno trovato una lama da 25 centrimetri nel bagaglio a mano. L’attore irlandese era diretto a Detroit, con il figlio più piccolo, il 14enne Paris. Gli agenti della sicurezza (Tsa) degli scali americani lo hanno fermato e fatto uscire dalla fila per subire un controllo più accurato. Alla fine, nonostante le rimostranze dell’attore, gli hanno solo confiscato il coltello e lo hanno lasciato andare ma senza trattenerlo o contestargli alcun reato.

Le norme Usa sulla sicurezza aerea, introdotte dopo l’11 settembre, lasciano molta discrezionalità agli agenti della Tsa (Transportation Security Administration), già finiti sotto i riflettori per essersi fatti passare sotto il naso di tutto, inclusi esplosivi ed armi,nel 95% dei controlli di verifica fatti da agenti sotto copertura. Nonostante il trattamento di riguardo, secondo alcuni testimoni, Brosnan si è infuriato: “Non possono credere che lo abbiano fatto”, è stato sentito dire. A raccontare l’episodio è stato il britannico Daily Mail, che pubblica anche una foto del duro faccia a faccia tra Brosnan e gli agenti.