Cinema

Pixar-Disney, John Lasseter accusato di molestie va in aspettativa: “Scusate passi falsi”

john-lasseter-pixar

Pixar-Disney, John Lasseter accusato di molestie va in aspettativa: “Scusate passi falsi”

NEW YORK – “Scusate i passi falsi”, ha detto prima di mettersi in aspettativa. John Lasseter, il capo creative della Pixar e degli studi di animazione di Disney, ha annunciato così la sua decisione dopo le accuse di molestie che lo hanno travolto.

In un memo allo staff, l’executive che ha costruito i Pixar Animation Studios e resuscitato il business dei cartoni animati Disney, ha spiegato che la decisione è stata presa dopo una serie di “conversazioni difficili”.

L’aspettativa di Lasseter arriva sulla scia dello scandalo delle molestie sessuali scoppiato con le accuse al capo della Miramax, Harvey Weinstein. Il capo creative della Pixar ha dichiarato:

“Non è mai facile affrontare i propri errori, ma è l’unico modo per trarne una lezione. E’ stato portato alla mia attenzione che ho mancato di rispetto e ho messo qualcuna di voi a disagio. Non era mai stata la mia intenzione”.

Un portavoce Disney ha espresso apprezzamento per la decisione dell’executive e “pieno appoggio alla decisione di prendersi un semestre sabbatico”. Nel suo roulo di direttore creativo dei cartoni Disney, Lasseter aveva prodotto alcuni grandi successi del colosso di Anaheim tra cui i premi Oscar “Frozen” e “Zootopia”, che avevano entrambi totalizzato un milione di dollari al box office. Dietro alla decisione ci sarebbero degli abbracci “indesiderati” dati ai colleghi sul luogo di lavoro, come scrive Repubblica:

“Fonti hanno raccontato all’Hollywood Reporter che Rashida Jones sceneggiatrice in Toy Story 4, nonché attrice, e il socio di scrittura Will McCormack, avevano lasciato il progetto appena all’inizio dopo le advances indesiderate di Lasseter. Contattati direttamente i due però non hanno rilasciato commenti, né una propria versione dei fatti. Anche Disney aveva rifiutato di replicare.

Ma oggi Lasseter ha comunicato che prenderà sei mesi di aspettativa. Non solo. Ha anche chiesto anticipatamente scusa per “abbracci indesiderati o altri gesti che possano essere stati fastidiosi”. La Disney gli ha dato il suo supporto e “apprezzato la sua sincerità”.

Molti tra i dipendenti sostengono che Lasseter è noto per bere pesantemente durante gli eventi aziendali, le prime dei film, o le feste. Nel congedarsi, sebbene provvisoriamente, il capo della Pixar ha riconosciuto “passi falsi” non specificati, e scritto in una nota di scuse rivolta allo staff”.

To Top