“Post Portem” di Pablo Larrain, ecco il trailer

Pubblicato il 9 Settembre 2010 17:05 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2010 17:05

Post Mortem è il nuovo film di Pablo Larrain con Alfredo Castro e Antonia Zegers in concorso alla 67esima edizione del Festival di Venezia.  Sorprende questo lavoro di Pablo Larrain sotto molti aspetti. L’aurea di angoscia generata dalle immagini e dal sapiente uso di colori e toni spenti (stiamo sempre parlando di un film che ha a che fare con la morte) è una colonna portante dell’intero lungometraggio.

Tale angoscia viene devastata e resa ancor più insopportabile per le scene crude (ma mai gratuite) che Larrain ci ‘sbatte’ davanti agli occhi. E poi quel Mario che attraversa le strade di Santiago invase dalla morte e dallo sporco porta in vita la metafora del Cile e del suo percorso nel momento del golpe contro Allende, avvenuto proprio nel 1973, nei giorni in cui è ambientato Post Mortem.

Paradossale, infatti, la realtà di Mario che si vede arrivare all’improvviso tra le mani proprio il corpo del presidente Allende, con il cranio perforato da un proiettile. Larrain aveva letto questa storia su un breve articolo di giornale. Ne ha creato un film. E ha regalato il suo capolavoro al Festival di Venezia 2010.