Rose McGowan, mandato d’arresto per droga: “Se avessi accettato i soldi di Weinstein…”

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 novembre 2017 6:34 | Ultimo aggiornamento: 31 ottobre 2017 19:58
Rose-McGowan-arresto-droga-Weinstein

Rose McGowan, mandato d’arresto per droga: “Se avessi accettato i soldi di Weinstein…”

WASHINGTON – Mandato d’arresto per possesso di droga nei confronti dell’attrice Rose McGowan, una delle decine di donne che hanno accusato il produttore Harvey Weinstein di molestie sessuali. L’accusa di reato è a seguito di un’indagine delle polizia sugli effetti personali lasciati il 20 gennaio su un volo United atterrato all’aeroporto internazionale di Washington Dulles.

La polizia afferma che sono risultati positivi al test antidroga ma non hanno rivelato di che tipo di stupefacenti si tratti. Il Dipartimento di Polizia del Metropolitan Washington Airports ha ottenuto il mandato il 1 febbraio scorso e sostiene di aver tentato di contattare la McGowan in modo che potesse apparire in un tribunale di Loudoun County, Virginia.

La McGowan non ha rilasciato dichiarazioni ma ha scritto semplicemente un tweet in cui ipotizzava che se avesse “preso i milioni di dollari da Weinstein per tacere” il mandato non sarebbe stato rilasciato e non si sarebbe trasformato in una notizia. Stava alludendo a un’intervista al New York Times in cui aveva affermato che una persona vicina a Weinstein le aveva offerto 1 milione di dollari come prezzo del silenzio.

L’attrice, 44 anni, aveva precedentemente twittato a proposito del mandato d’arresto: “Stanno cercando di farmi tacere? C’è un mandato per il mio arresto in Virginia. Che mucchio di stron**te”. Al momento la star non era entrata nel dettaglio sul perché del mandato o di quale reato fosse accusata.

Non c’è alcuna prova di una cospirazione tra le sue accuse a Weinstein e il mandato, ma arriva pochi giorni dopo che l’attore Corey Feldman, che si sta muovendo per smascherare la pedofilia nel settore dello spettacolo, è stato accusato di possesso di marijuana dopo essere stato fermato per eccesso di velocità.

McGowan è anche intervenuta nello scandalo che coinvolge Kevin Spacey per molestie nei confronti dell’allora 14enne Anthony Rapp, e ha scritto in un tweet: “Bye bye, Spacey arrivederci, ora tocca a te piangere …”

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other