In arrivo Shame, il film “fastidioso” di Steve McQueen

Pubblicato il 12 gennaio 2012 17:36 | Ultimo aggiornamento: 19 febbraio 2014 11:42

Carey Mulligan in Shame

ROMA – Un film non facile, sicuramente poco digeribile per il grande pubblico e infatti vietato in Italia ai minori di 14 anni (negli Usa ai minoti di 17). Steve McQueen, regista di Hunger, torna al cinema con il film Shame. Protagonisti una coppia di fratello e sorella con una vita amatoria e sentimentale piuttosto disordinata, che nasconde un trauma che nel film viene solo evocato e mai spiegato. In America Shame è stato salutato come uno dei migliori film degli ultimi tempi, al Festival di Venezia però ha suscitato qualche perplessità.

Il martirio della carne, la vita tra le lenzuola come vera dipendenza (per lui) o come modo per cercare affetto (per lei). Michael Fassbender e Carey Mulligan si buttano in esperienze sconclusionate per arrivare, forse, a una sorta di riscatto dopo essere arrivati in New Jersey dall’Irlanda. In uscita nelle nostre sale il 13 febbraio, il divieto renderà probabilmente un po’ difficile la distribuzione.