Stillwater, Vanity Fair: “Film ispirato dalla saga di Amanda Knox”. Lei: “Immagine sbagliata di me”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Luglio 2021 15:05 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2021 15:05
Stillwater, Vanity Fair: "Film ispirato dalla saga di Amanda Knox". Lei: "Immagine sbagliata di me"

Stillwater, Vanity Fair: “Film ispirato dalla saga di Amanda Knox”. Lei: “Immagine sbagliata di me”

Amanda Knox critica il film Stillwater con Matt Demon e diretto da Tom McCarthy. “Il mio nome vi appartiene? Il mio viso? La mia storia? Continuo a tornare a queste domande perché altri continuano ad approfittare del mio nome, del mio volto e della mia storia senza il mio consenso. Più recentemente il film Stillwater”, scrive Amanda Knox su Twitter e su Medium, sottolineando come McCarthy con il film rafforzi la sua immagine di persona “colpevole e inaffidabile”.

Amanda Knox: “Non mi è stato consentito di tornare all’anonimato che avevo prima di Perugia”

“Non mi è stato consentito di tornare all’anonimato che avevo prima di Perugia. La mia unica opzione è quella di sedermi mentre gli altri continuano a distorcere la mia immagine o combattere per ripristinare la mia reputazione ingiustamente distrutta”.

Amanda si riferisce alla descrizione di Vanity Fair, secondo cui il film è ispirato alla “saga di Amanda Knox”: “L’attenzione errata su di me delle autorità italiane ha portato a un’attenzione errata su di me da parte della stampa. In prigione – scrive – non avevo il controllo della mia immagine pubblica”.

Amanda Knox: “Gli eventi di Perugia andrebbero descritto come L’uccisione di Meredith Kercher di Rudy Guede”

“Mi piacerebbe – mette in evidenza Knox – che agli eventi di Perugia ci si riferisse come ‘L’uccisione di Meredith Kercher di Rudy Guede’, il che mi collocherebbe come la figura periferica che avrei dovuto essere, la compagna di stanza innocente”.