“The Artist”, regista Michel Hazanavicius accusato di plagio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 settembre 2014 15:01 | Ultimo aggiornamento: 2 settembre 2014 15:01
"The Artist", regista Michel Hazanavicius accusato di plagio

Michel Hazanavicius (Foto Lapresse)

PARIGI – “The Artist” un plagio: i fan del film muto in bianco e nero, con un cane Jack Russel come protagonista, subiscono un brutto colpo. Il regista della pellicola vincitrice di cinque premi Oscar nel 2012, Michel Hazanavicius, è accusato di plagio per la sceneggiatura.

La denuncia è stata presentata presso il tribunale di Parigi. Il regista, che ha di recente girato “The Search”, ha negato in blocco le accuse:

“Ho la coscienza limpida come acqua di sorgente. Il copione dello sceneggiatore che mi ha accusa non ha assolutamente niente a che vedere con il mio film, né con la mia sceneggiatura, che tra l’altro ho scritto personalmente”.

La denuncia riguarda anche la società di produzione del film, La petite reine, di Thomas Langmann.

A sporgere denuncia è lo sceneggiatore Christophe Valdenaire, che sostiene di aver scritto il lungometraggio intitolato “Timidity, la Symphonie du Petit Homme”, a sua volta muto e in bianco e nero, “la cui prima versione data del 1998 e le cui ricerche di finanziamenti risalgono a tredici anni fa”, scrive sul suo sito web.

Valdernaire sostiene anche di essere a suo tempo entrato in contatto con l‘attrice Bérénice Béjo, compagna di Michel Hazanavicius e protagonista di The Artist insieme a Jean Dujardin, per alcuni provini. Secondo lui sussistono “numerose somiglianze incontestabili” tra i due film.