Torture e scariche elettriche per Rosie, l’elefantina star del cinema

Pubblicato il 11 Maggio 2011 13:31 | Ultimo aggiornamento: 11 Maggio 2011 13:31

ROMA – L’elefantina Rosie del film Come l’acqua per gli elefanti è stata addestrata con scariche elettriche e torture. Lo documenta un video girato nel 2005 e messo on line dall’associazione animalista Animal Defenders International che chiede di boicottare il film.

Nel film Come l’acqua per gli elefanti, ambientato nel mondo del circo, uno dei protagonisti animali è l’elefante Rosie, nome vero Tai che recita al fianco di Robert Pattinson e Reese Whiterspoon. Nel video messo in rete dagli animalisti, però, si vede la stessa elefantina torturata a colpi di scariche elettriche per addestrarla.

Nel filmato l’elefantessa viene maltrattata con grossi ganci d’acciaio e scosse elettriche provocate da pistole stordenti. Insieme a lei ci sono altri due elefanti: a uno vengono tagliate le zanne mentre il secondo è agganciato da un labbro e poi tirato via con violenza. Le grida di dolore degli elefanti non fermano la ferocia degli addestratori che secondo la denuncia dell’associazione animalista avrebbero lavorato anche sul set del film.

La direttrice dell’associazione avverte che il video è scioccante e che la gente che si reca al cinema deve sapere cosa hanno fatto a Rosie: “Credo che gli attori Reese Witherspoon e Robert Pattinson saranno inorriditi nel vedere quello che ha dovuto subire l’elefantessa per imparare a fare i numeri da circo. La sofferenza degli animali non è mai romantica e questo non è intrattenimento. Il pubblico, le stelle del cinema e i produttori sono stati ingannati. Il nostro messaggio vorrebbe essere questo: ‘Se amate gli animali non andate mai a vedere i film in cui compaiono animali ammaestrati'”.