Ultradestra Usa: Robin Williams suicida perché di sinistra

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Agosto 2014 12:43 | Ultimo aggiornamento: 14 Agosto 2014 12:45
Ultradestra Usa: Robin Williams suicida perché di sinistra

Ultradestra Usa: Robin Williams suicida perché di sinistra

ROMA – Robin Williams suicida perché di sinistra: è la teoria di Rush Limbaugh, una delle voci più ascoltate dell’ultradestra americana. Limbaugh, 63 anni, giornalista ed ex disc-jockey, conduce alla radio da oltre 26 anni il “Rush Limbaugh show” ed è il personaggio radiofonico più pagato di sempre: nel 2008 ha siglato un contratto che gli assicura 400 milioni di dollari in otto anni, fino al 2016.

Limbaugh condivide una cosa, ed una sola, con gli estremisti di sinistra: il chiodo fisso che tutto nella vita sia politica. Quindi anche il suicidio dell’attore Robin Williams secondo Limbaugh può essere spiegato con il suo approccio di sinistra all’esistenza.

Certo, concede il radio-polemista, alla tragica scelta di Williams può aver contribuito la depressione, le dipendenze da alcol e cocaina, le difficoltà professionali e quindi economiche, la complicata vita sentimentale… Poi Limbaugh ci mette il carico da 90:

“Ma poi vedi che i “media” si chiedono: “Aveva tutto per essere felice e invece non lo era. Perché?”. Già, perché? Quale era il suo modo di vedere il mondo?».

È qui, che Limbaugh fa entrare la politica: «L’attitudine della gente di sinistra, e qui non parlo di proposte politiche ma di atteggiamento mentale, è al pessimismo, all’oscurità, alla tristezza. Non sono mai felici quelli di sinistra. E sono sempre arrabbiati. Per qualunque cosa. Protestano sempre, pensano che raggiungere certi obiettivi sia un diritto».

Se Limbaugh è diventato Limbaugh è proprio per uscite come queste e anche per la sua capacità di non cambiare di una virgola le sue convinzioni neanche dopo che gli ascoltatori lo hanno coperto di insulti:

«I social netowork contribuiscono a questa cultura pop dell’apparire, del fare sempre tutto in pubblico. Devi far parlare di te per avere successo. Ammazzarsi è un modo estremo di applicare questa logica. Speriamo che non ci siano menti deboli che si fanno influenzare da chi racconta quella di Robin Williams come una vicenda di eroismo».

Tra tante repliche furibonde e sprezzanti merita di essere citata quella pacata dell’Huffington Post che si è limitato alle statistiche: in testa alla classifica dei suicidi negli Usa (in rapporto al numero di abitanti) ci sono Alaska, Montana, Wyoming, Idaho, Alabama e West Virginia: non esattamente Stati che votano a sinistra.

Aggiornamento: sul suo sito Limbaugh replica “Agli spregevoli personaggi di sinistra che mentono sui miei commenti alla copertura mediatica del suicidio di Robin Williams”. Limbaugh sostiene che le sue frasi sono state volutamente prese fuori dal contesto per dare l’impressione che lui avesse affermato che Robin Williams ha “mollato” perché era un “liberal” (che negli Usa non significa “liberale” ma qualcosa come “parecchio di sinistra”). Il conduttore mette un link alla trascrizione testuale delle affermazioni che aveva fatto il giorno prima alla radio.

ALTRE FOTO DI ROBIN WILLIAMS: