Cinema

Tina Brown, su Weinstein: “Bullo pazzo e paranoico, mi fece piangere” ma le finanziò Talk, rivista disastro

Tina-Brown-Vanity-Fair-Weinstein

Tina Brown, ex direttrice Vanity Fair su Weinstein: “Bullo pazzo e paranoico, mi fece piangere molte volte”

NEW YORK – Tina Brown, ex direttrice di Vanity Fair, in una graffiante intervista non usa mezzi termini e definisce il produttore Harvey Weinstein “completamente pazzo”. Tanto pazzo, ricordiamo, da finanziarle una rivista, Talk, che poi furono costretti a chiudere tanto andava male.La Brown, che è stata anche al timone di Talk, la sfortunata rivista finanziata da Weinstein dal 1999 al 2002, ha riferito a Hollywood Reporter che ha riflettuto a lungo sul suo periodo di lavoro con il produttore americano e rivelato che l’ha fatta piangere “diverse volte”.

“Harvey era totalmente imprevedibile, non potevi mai sapere cosa sarebbe accaduto”. Ha negato di essere a conoscenza delle violenze sessuali nei confronti delle donne e ha definito il mogul della Miramax come un bullo paranoico che ordisce vendette contro chi osi parlare male di lui, scrive il Daily Mail.

“All’inizio, sembrava un enorme diamante grezzo ma quando andai a lavorare per lui, mi resi conto di quanto fosse diverso dal personaggio pubblico”. “È molto riservato e paranoico. Non mi sorprende che abbia assunto agenti del Mossad. Si è scoperto che aveva un buon motivo”.

To Top