Woody Allen, nessuno vuole pubblicare la sua autobiografia dopo le accuse di Dylan Farrow

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 maggio 2019 10:58 | Ultimo aggiornamento: 3 maggio 2019 10:58
Woody Allen, nessuno vuole pubblicare la sua autobiografia dopo le accuse di Dylan Farrow (foto Ansa)

Woody Allen, nessuno vuole pubblicare la sua autobiografia dopo le accuse di Dylan Farrow (foto Ansa)

ROMA – Nessuno vuole pubblicare l’autobiografia di Woody Allen.  Lo rivela il “New York Times”.

Dopo che Amazon ha rotto l’accordo con lui per quattro nuovi film, il regista ora si è visto ora sbattere la porta in faccia dai maggiori editori per la pubblicazione delle sue memorie.  “Sarebbe stata – scrive il “New York Times” una operazione troppo pericolosa ai tempi del #MeToo”.

La vicenda. Dylan Farrow, figlia adottiva di Woody e dell’attrice Mia Farrow, ha accusato il padre di averla molestata nel 1992, quando lei aveva appena 7 anni. La vicenda ha spaccato la famiglia. La madre Mia ha preso le difese della figlia, il fratello quelle del padre. Da una inchiesta non è emerso alcun abuso ma dall’anno scorso molti attori e produttori hanno poi iniziato a prendere le distanze dal regista. 

Woody Allen ha avuto problemi anche per la realizzazione dei suoi film.

Amazon di Jeff Bezos ha annullato un contratto per quattro film, tra cui “A Rainy Day in New York”. Woody Allen ha anche fatto causa, chiedendo un risarcimento danni di 68 milioni di dollari, ma intanto la produzione è ferma. Fonte: New York Times, La Repubblica.