Woody Allen fa causa ad Amazon e chiede 68 mln di dollari per danni

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 febbraio 2019 20:02 | Ultimo aggiornamento: 8 febbraio 2019 20:02
Woody Allen fa causa ad Amazon e chiede 68 mln di danni

Woody Allen fa causa ad Amazon e chiede 68 mln di danni

NEW YORK – Woody Allen fa causa ad Amazon Studios e chiede 68 milioni di dollari di danni. Il regista accusa Amazon Studios di aver violato il contratto siglato nel 2016 per la realizzazione di quattro film, tra i quali A Rainy Day in New York, sua ultima pellicola con protagonisti Selena Gomez e Timothee Chalamet.

 

Il film sembra sia stato definitivamente accantonato, nonostante l’obbligo contrattuale a distribuirlo, dopo le accuse di molestie mosse contro Allen da parte della figlia Dylan Farrow. Anche se Allen si è vantato in epoca #metoo di non essere mai stato accusato dalle attrici con cui ha lavorato di comportamenti inadeguati, era già finito nell’occhio del ciclone dopo che nel 1992 la figlia adottiva Dylan Farrow lo aveva accusato di averla molestata quando era solo una bambina.

 Accuse che la figlia di Mia Farrow è tornata a rilanciare sempre sull’onda dei recenti scandali nati in seguito al caso Weinstein. Alcuni attori di A Rainy Day in New York, tra cui Timothée Chalamet, Griffin Newman e Rebecca Hall hanno poi annunciato l’intenzione di voler donare il loro compenso ad organizzazioni per la difesa delle vittime di abusi sessuali. La Hall ha persino detto di essersi pentita di aver lavorato per Allen.

Allen però ha sempre negato: dalle indagini non sono emerse prove e il caso è stato chiuso. “Amazon ha provato a giustificare la sua azione riferendosi alle accuse senza fondamento di una 25enne contro il signor Allen – si legge nella denuncia depositata presso il tribunale federale di New York – ma le accuse erano già note ad Amazon (e al pubblico) prima che Amazon sottoscrivesse quattro accordi separati con il signor Allen…questo non offre basi legittime perché Amazon possa rinnegare le sue promesse”.

Il regista ritiene inoltre che la società di Jeff Bezos gli debba 9 milioni di dollari per la produzione del suo ultimo film che ha personalmente finanziato. “A rainy day in New York”, interpretato da Timothee Chamalet, Elle Fanning e Jude Law, sarebbe dovuto uscire nelle sale nel 2018.