Woody Allen, nel suo libro la storia d’amore con la figlia adottiva di Mia Farrow

di Caterina Galloni
Pubblicato il 25 Marzo 2020 6:17 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2020 20:45
Woody Allen, nel suo libro la storia d'amore con la figlia adottiva di Mia Farrow

Woody Allen, nel suo libro la storia d’amore con la figlia adottiva di Mia Farrow (Nella foto Ansa il regista con la miglie Soon Yi)

LOS ANGELES – “A proposito di niente”, il discusso e osteggiato libro di Woody Allen è la storia dei suoi 83 anni di vita, una raccolta di memorie in cui rompe il silenzio anche sulle accuse di molestie nei confronti della figlia Dylan e racconta la storia d’amore con Soon-Yi, adottata da Mia Farrow e in seguito diventata sua moglie.

Nel libro, pubblicato da La Nave di Teseo, già disponibile come e-book e nelle librerie dal 9 aprile, c’è un passaggio in cui Allen ammette che nei primi giorni della relazione con Soon-Yi, all’epoca lei aveva 22 anni, “il desiderio era irresistibile, non potevamo smettere di toccarci” e avevano fatto delle foto erotiche, poi scoperte da Mia Farrow.  

La pubblicazione del libro ha avuto un percorso accidentato: Hachette aveva rifiutato di stamparlo a seguito delle pressioni del figlio naturale di Allen, Ronan Farrow, e dell’opinione pubblica che da tempo ha cambiamento radicalmente giudizio sul regista.

Il motivo è nelle accuse di abusi sessuali nei confronti della figlia adottiva Dylan, lanciate da Mia Farrow e supportate da una parte dell’industria di Hollywood che negli ultimi anni ha praticamente ignorato Allen.

Allen racconta di come con Soon-Yi siano passati da “due persone che non si sono mai piaciute particolarmente a una coppia ormai sposata da vent’anni e ancora appassionatamente innamorata”.

Il loro rapporto era cambiato quando Allen aveva invitato Soon-Yi a guardare insieme una partita di basket e appreso di presunti maltrattamenti di Mia nei confronti della giovane.  

Allen scrive che Mia avrebbe punito Soon-Yi perché non riusciva a parlare correttamente l’inglese: l’avrebbe costretta a stare a testa in giù e minacciata di “rinchiuderla in manicomio” se non avesse imparato la lingua più velocemente.

Allen non menziona i 35 anni di differenza d’età con la moglie ma ammette che quando Mia ha trovato le foto di Soon-Yi in cui era nuda, comprendeva il suo shock, lo sgomento, la rabbia. “È stata la giusta reazione”.

Ma cerca di giustificare la relazione dicendo che “pensavamo di avere la nostra piccola avventura, tenerla segreta” dato che Soon-Yi non viveva con Mia ma in un altro appartamento.

La versione del regista è che quando Mia scoprì la relazione, riunì tutti i figli e disse loro che Allen aveva violentato Soon-Yi, il che indusse Ronan a dire alle persone: “Mio padre ha scop*to mia sorella”.

Allen afferma che Mia aveva bloccato Soon-Yi nella sua stanza, picchiata e poi ha smesso di pagarle le tasse universitarie. Ma Soon-Yi ha anche ammesso che sposare Allen nel 1997 era stato un “enorme tradimento e non c’era una giustificazione per quanto fatto”.

Fonte: Daily Mail