Cinema Video

Lovelace: il trailer. La storia di Linda, protagonista di Gola Profonda VIDEO

7 marzo 2014 14:23 - di Redazione Blitz

Dal 27 marzo arriva nei cinema italiani Lovelace, la storia della pornostar Linda Lovelace, passata alla storia dell’hard come protagonista di Gola Profonda, il primo “porno di massa”.Dopo essere stato presentato al Sundance e alla Berlinale dello scorso anno, la pellicola che ha fatto tanto discutere arriva sugli schermi italiani distribuita da Barter. Il racconto della vita di Linda Lovelace prende vita grazie all’immaginario e al lavoro di due grandi registi, il Premio Oscar Rob Epstein e Jeffrey Friedman, che si affidano all’interpretazione di un cast del calibro di Amanda Seyfried, Peter Sarsgaard, Wes Bentley, Adam Brody, Sharon Stone, Bobby Cannavale e James Franco. Un biopic – Lovelace – lontano dagli stereotipi del genere, che dipinge, in maniera sincera e appassionata, la prima star del cinema hard cogliendone l’aspetto più intimo e sfaccettato. Atmosfere anni ’70, curate nei minimi particolari attraverso costumi, colori e design, fanno da sfondo alla pellicola dedicata al percorso convulso di Linda, dalla celebrità – portavoce entusiasta della libertà sessuale e dell’edonismo senza freni – alla denuncia della violenza sulle donne, da lei stessa subita per mano del marito/manager, interpretato da Peter Sarsgaard.

“Room 237”: Shining, Codice Da Vinci di Kubrick regista dello sbarco sulla Luna

24 dicembre 2013 14:32 - di Redazione Blitz

“Room 237” di Rodney Ascher: da Shining allo sbarco sulla Luna passando per Stanley Kubrick. È uno strano, affascinante, pluripremiato documentario quello trasmesso da SkyArte. È un film su un film, che usa Shining come un “Codice Da Vinci” attraverso il quale Kubrick avrebbe svelato al mondo: il regista dello sbarco sulla Luna sono io. Una pacchia per i complottisti e allo stesso tempo un’opera raffinata e coinvolgente, proiettata ai festival di Cannes, Toronto, New York, vincitrice del Fantastic Fest e selezionata al Sundance. Scrive Andrea Scanzi sul Fatto “È l’insostenibile fascino del complotto. Quello che ti rivela che non è andata come te l’hanno raccontata, ma neanche come te la raccontano adesso i complottisti. Però ti piace, perché è una realtà parallela quasi sempre affascinante. Un po’ come il mondo “altro” di Fringe, dove le Torri Gemelle ci sono ancora e al tuo alter ego è andata molto meglio che a te.
[…] Secondo alcuni indizi disseminati dallo stesso regista, Shining nasconderebbe la prova che lo sbarco sulla Luna non c’è mai stato. Fu tutta una finzione, come raccontò prima di altri il film Capricorn One.