Fase 2, dal 3 giugno riaprono le frontiere. Arrivi in Italia dai Paesi Ue senza quarantena

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 15 Maggio 2020 22:13 | Ultimo aggiornamento: 16 Maggio 2020 10:09
alitalia foto ansa

Fase 2, dal 3 giugno riaprono le frontiere. Arrivi in Italia dai Paesi Ue senza quarantena (foto Ansa)

ROMA – Dal 3 giugno ci sarà la possibilità non solo di spostarsi tra le regioni ma anche di entrare in Italia, anche se per il momento solo dai Paesi dell’Unione europea.

Per chi entra non sarà più prevista la quarantena obbligatoria con isolamento di 14 giorni.

La misura che mira a far riprendere il flusso turistico in vista dell’estate è stata preparata dal ministro degli Affari Europei Vincenzo Amendola, da Dario Franceschini e  da Luigi Di Maio.

A chiedere la riapertura di tutti i confini interni è stata la stessa Commissione europea. Sarà l’Ecdc, l’Agenzia Ue per le malattie, a mappare il territorio europeo e a bloccare il flusso di viaggiatori tra aree con una alta densità del contagio.

Alcuni paesi hanno già annunciato di voler riaprire le frontiere. Ci si aspetta ora che i partner europei ,il 3 giugno non pongano condizioni a nessun Paese proprio in conseguenza delle raccomandazioni di Bruxelles.

Restano invece chiuse almeno fino al 15 giugno tutte le frontiere europee esterne. A metà del prossimo mese la Commissione europea deciderà se prolungare o abolire il blocco con il resto del mondo.

Per quanto riguarda i voli, Leggo pubblica un articolo che racconta quello che sta accadendo attualmente tra chi si deve spostare dalla Gran Bretagna all’Italia. 

Verso il Regno Unito, attualmente ci sono pochi voli e molto costosi. La situazione migliorerà a fine giugno, mentre a luglio Ryanair e alle altre compagnie low cost riprenderanno a volare sull’Italia garantendo tariffe più vantaggiose.

Attualmente a volare da Londra verso l’Italia è solo Alitalia. Come spiega però Leggo, è difficile trovare posto e le tariffe sono particolarmente elevate.

British Airways è ferma ed ha cancellato tutti i collegamenti sull’Italia fino a metà giugno. Il primo volo Londra-Roma è previsto per il 19 Giugno. Sarà in vendita per 54 sterline, tariffa più bassa rispetto ad Alitalia che costa  97 sterline in economy.

Da luglio ci saranno poi più voli con maggiore intensità, circa dieci al giorno su Fiumicino (sette da Heathrow e tre da Gatwick).

Ryanair ha annunciato un piano per riprendere a volare in modo sostenuto a partire dal prossimo 1 Luglio.

Da Londra a Roma ci sarà un volo giornaliero da Stansted, con tariffe basse. Stesso progetto per Bergamo, mentre tutte le altre destinazioni italiane, da Palermo a Genova, saranno raggiunte con pochi voli a settimana.

Dal primo luglio Easyjet metterà a disposizione quattro voli giornalieri da Gatwick e uno da Luton su Fiumicino, con prezzi a partire da 46.99 sterline.

Resta da vedere se queste intenzioni saranno confermate a fronte di una riduzione dei contagi (fonte: Agi, Repubblica, Leggo).