AAA camerieri e infermieri italiani cercasi in Svizzera. Ma era “truffa romena”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 ottobre 2014 17:08 | Ultimo aggiornamento: 3 ottobre 2014 17:10
AAA camerieri e infermieri cercasi in Svizzera. Ma era una "truffa romena"

AAA camerieri e infermieri cercasi in Svizzera. Ma era una “truffa romena”

ROMA – Con un annuncio su Facebook il consolato italiano di Ginevra mette in guardia da una probabile truffa ai danni di italiani che cercano lavoro nella città svizzera. “Nelle ultime settimane alcuni connazionali residenti in Italia hanno segnalato di aver ricevuto contratti/offerte di lavoro da parte di presunte società svizzere, domiciliate a Ginevra, in particolare nei settori ristorazione e ospedaliero“, si legge in un avviso sulla pagina Facebook del consolato.

“Ai connazionali è stato chiesto il pagamento, in anticipo, di modeste somme (spese per il rilascio del permesso di soggiorno e/o per la frequentazione di corsi di pronto soccorso) su un conto corrente in Romania“, ma tali società non risultano o non risultano più esistere e “la vicenda è stata segnalata alle Autorità competenti per gli opportuni accertamenti”, si aggiunge.

Secondo informazioni pubblicate dal quotidiano La Tribune de Genève, agli italiani sarebbe stata proposto un permesso di soggiorno in cambio del versamento di 99 franchi (circa 80 euro) e corsi a pagamento per alcune centinaia di franchi. L’offerta di lavoro, via internet, ha tutte le sembianze di una proposta seria, offre ottime condizioni e stipendi da 6.120 franchi (più di 5mila euro), riferisce il giornale.