Abdelhamid Abaaoud, il capo, asserragliato a Saint Denis

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Novembre 2015 10:10 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2015 11:04
Abdelhamid Abaaoudu, il capo, asserragliato a Saint Denis

Abdelhamid Abaaoudu, il capo, asserragliato a Saint Denis

PARIGI – Forse sta trattando la sua resa, la “mente” degli attentati di Parigi, Abdelhamid Abaaoud. Non è tra i cinque fermati dalla polizia nel blitz di Saint-Denis, hanno reso noto le forze dell’ordine, lo confermano fonti giudiziarie. Non è nemmeno chiaro se sia proprio lui, il mandante degli attentati, il terrorista ancora asserragliato nella casa assediata. Il flusso caotico delle notizie dà conto di due terroristi uccisi, di cui una donna che avrebbe fatto esplodere la sua cintura da kamikaze. Altre notizie parlano di tre morti.

Abdelhamid Abaaoud, belga, membro Isis a Raqqa, Siria. Sarebbe lui il “cervello” degli attacchi. Viveva a Molenbeek, a Bruxelles, ed era considerato membro della cellula di Verviers, in Belgio, prima della fuga in Siria. E’ considerato il principale reclutatore della jihad in Europa.

La morte di una donna kamikaze che si è fatta saltare questa mattina a Saint-Denis durante il blitz della polizia contro il covo di Abdelhamid Abaaoud è stata confermata dalla procura di Parigi. Annunciato anche il fermo di cinque persone, tre delle quali erano barricate nell’appartamento.

Ogni auto diretta verso Parigi viene fermata e controllata da numerosi posti di blocco nel nord di Parigi. I passeggeri e guidatori vengono invitati da poliziotti armati di mitra a scendere e ad aprire il bagagliaio della loro auto uno ad uno il che sta causando lunghissime file sulle vie d’accesso alla capitale.