Abusi su oltre 200 bambini. Ucciso in carcere dal compagno di cella

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Novembre 2020 17:47 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2020 17:47
Abusi su oltre 200 bambini. Ucciso in carcere dal compagno di cella

Abusi su oltre 200 bambini. Ucciso in carcere dal compagno di cella (foto Ansa)

Abusi su oltre 200 bambini. Ucciso in carcere dal compagno di cella. Richard Huckle, il pedofilo che abusò più di duecento bambini, fu violentato e ucciso in carcere dal compagno di cella circa un anno fa.

Abusi su oltre 200 bambini. Ucciso in carcere dal compagno di cella. Paul Fitzgerald detenuto in carcere a York, nel Regno Unito, violentò e uccise Richard Huckle perché, le sue parole, voleva che avesse un ‘assaggio’ delle pene che ha fatto provare alle sue vittime.

Fitzgerald, anche lui in carcere per reati sessuali, prima violentò Richard Huckle con un utensile da cucina e poi lo strangolò.

A scoprire il delitto fu un altro detenuto che trovò Fitzgerald a cavalcioni del pedofilo.

“Volevo che sentisse ciò che sentivano quei bambini” le sue parole.

Abusi su oltre 200 bambini. Ucciso in carcere dal compagno di cella. Il processo contro Paul Fitzgerald

Oggi, dopo un anno, è iniziato il processo a carico di Fitzgerald.

Secondo la ricostruzione fatta in aula dall’accusa, Fitzgerald “uccise Huckle a sangue freddo e avrebbe voluto cucinare pezzi del suo corpo”.

E ancora: “Disse che gli era piaciuto quello che stava facendo al corpo di Huckle e che sarebbe andato a ucciderne altri due o tre. Il motivo per cui non lo fece è che si stava divertendo troppo”. (Fonti: FanPage, BBC)