Nazi Alba dorata: aiuti ai greci, botte agli stranieri e niente sangue per loro

Pubblicato il 15 luglio 2012 12:29 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2012 12:29
grecia

(Ap photo -LaPresse)

ATENE – Botte agli stranieri, niente donazioni di sangue per loro, niente aiuti a chi è immigrato, supporto solo ai greci, solo ai bianchi: i nazisti di Alba dorata rappresentano la ferita più brutta della crisi greca.

Fanno propaganda di razzismo, invocano le ronde contro gli immigrati, invitano i greci a riprendersi la propria patria. Inneggiano ai valori dell’estrema destra, alla violenza, alla razza bianca, farfugliano di valori puri  e approfittano della miseria in Grecia per fare proseliti.

“A chiamarci nazisti sono i ricchi che hanno la colf straniera a pulirgli la villa, noi siamo vicini alla gente”, dicono i nazisti di Alba Dorata.

Solo chi è nato greco può ricevere donazioni di sangue. “Solo i greci che hanno bisogno di aiuto lo riceveranno”, così viene citata Alba Dorata dal giornale tedesco Sueddeutsche Zeitung.

In Grecia ormai le assicurazioni statali sanitarie non coprono più molte prestazioni e Alba Dorata si è messa in mezzo approfittando del gap.