Albero di Natale, il più ricco del mondo a Marbella: 14 mln di euro. Nessuna invidia da “Spelacchio”…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Dicembre 2019 11:35 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2019 11:35
albero natale marbella

L’albero di Natale dell’hotel di Marbella

ROMA – La città andalusa di Marbella in Spagna presto si fregerà dell’albero di Natale più ricco del mondo. Negli spazi della hall infatti il Kempinski Hotel Bahia ha allestito un albero ornato con gioielli e preziosi, diamanti e cristalli Swarosky. Con pezzi di pregiato riciclo da Bulgari a Chanel, insieme alle più tradizionali decorazioni natalizie.

L’opera della designer inglese Debbie Wingham – un nome nell’ambito delle creazioni ispirate a un gusto tra l’eccentrico chic e il pop di lusso – vale 11,9 milioni di sterline. Poco meno di 14 milioni di euro. Cifra che relegherà al secondo posto tra gli alberi di Natale più cari quello allestito nel 2010 dall’Emirates Palace di Abu Dhabi.

Roma, “Spelacchio is back”

Una competizione che non riguarderà “Spelacchio“, l’ex albero più brutto del mondo assurto alle vette della popolarità globale proprio in virtù del suo basso profilo estetico, diciamo così.  L’albero di Natale di Roma è tornato a campeggiare al centro di piazza Venezia. Dopo un lungo viaggio iniziato nei pressi di Varese a bordo di un camion, l’abete naturale di tipo Abies Nordmanniana, è stato posizionato come da tradizione davanti all’Altare della Patria.

Qui è stato inaugurato dalla sindaca Virginia Raggi che già esulta: “Spelacchio is back! L’albero di Natale di Roma, il più famoso del mondo, è tornato! Vi aspetto l’8 dicembre a Roma per accendere le luci! Non solo: ci saranno tante fantastiche sorprese per i più piccoli”.

Oltre 22 metri di altezza e proveniente da Cittiglio (Varese), l’abete ora dovrà essere illuminato con 80mila luci led e decorato con 1.000 addobbi tra sfere e cristalli di neve. Ad aggiudicarsi la sponsorizzazione tecnica per la realizzazione del tradizionale albero di Natale è stata IGPDecaux. I costi totali dell’allestimento sono a carico dello sponsor Netflix. (fonte