Alexandra Damien, si finse vittima degli attentati di Parigi: condannata a sei mesi di carcere

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 ottobre 2018 13:38 | Ultimo aggiornamento: 16 ottobre 2018 13:38
Alexandra Damien, si finse vittima degli attentati di Parigi: condannata a sei mesi di carcere (foto Ansa)

Alexandra Damien, si finse vittima degli attentati di Parigi: condannata a sei mesi di carcere (foto Ansa)

PARIGI – Si è finta come una dei feriti dell’attentato al BataclanAlexandra Damien, parigina di 33 anni, è stata condannata a 2 anni di carcere, sei mesi senza condizionale, per truffa e falsa testimonianza. La donna, che secondo i calcoli ha sfilato 20.000 euro al Fondo di Garanzia per le vittime del terrorismo (Fgti), dovrà inoltre sottoporsi a cure medico-psicologiche.

“Il più grosso errore, il più grosso sbando della mia vita” ha detto la 33enne in lacrime davanti ai giudici. 

Per il procuratore Alexandra voleva soltanto soldi. “Non è vero”, ha risposto lei: che pure ha sollecitato con cura a ogni scadenza i sussidi dovuti alle vittime, in tutto 20 mila euro. Ha chiesto perdono: “Sono colpevole, chiedo scusa alle vittime e alle associazioni”. Ha raccontato che quella sera sarebbe davvero dovuta andare al Carillon, ma che aveva rinunciato venti minuti prima che l’inferno cominciasse, che due “conoscenti erano morti, che ha sentito un enorme senso di colpa”. Ma Alexandra Damien non è la prima che si è finta vittima degli attentati. In 17 sono già finiti davanti a un giudice.