Antichi romani/ Siria: scoperti 100 chilometri di acquedotto sotterraneo

Pubblicato il 15 Marzo 2009 12:28 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2009 12:47

Gli ingegneri dell’Impero romano sono stati capaci di costruire, attraverso oltre cento chilometri di pietra, il più lungo acquedotto sotterraneo mai scoperto, capace di portare l’acqua in tutte le città dell’antica Siria.

L’opera, portata alla luce da ricercatori tedeschi, pare abbia richiesto più di un secolo di lavori prima di essere ultimata.

All’interno del tunnel è anche possibile osservare scritte in caratteri greci, tra queste c’è una specie di nota dell’allora direttore dei lavori: “A volte non c’è abbastanza ossigeno qui sotto e dobbiamo smettere di lavorare”.