Attentato Strasburgo, Alessandra Mussolini: “Di tre ore fa non me ne frega, ora siamo bloccati nel ristorante”

Pubblicato il 12 Dicembre 2018 12:35 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2018 12:36
Strasburgo, Alessandra Mussolini: "Di tre ore fa non me ne frega, ora siamo bloccati nel ristorante"

Strasburgo, Alessandra Mussolini: “Di tre ore fa non me ne frega, ora siamo bloccati nel ristorante”

STRASBURGO – Durante la diretta di Sky Tg24 dedicata all’attentato di Strasburgo, nel quale hanno perso la vita almeno tre persone e altre dodici sono rimaste ferite, Alessandra Mussolini, che si trovava nella città francese, è stata raggiunta telefonicamente dalla redazione. L’eurodeputata, che è stata intervistata durante le ore di tensione della serata, ha raccontato di essere rimasta bloccata all’interno di un ristorante. ”Di tre ore fa non me ne frega – ha spiegato – non possiamo andare a piedi alla macchina, non sappiamo cosa fare, non siamo in sicurezza”.

“Sono dentro a un ristorante vicino al luogo dell’attentato. Hanno chiuso tutto, sono con una trentina di persone e siamo blindati dentro al locale. Siamo spaventati, non sappiamo cosa succede là fuori”. Dice ancora Alessandra Mussolini raggiunta poi telefonicamente dall’Adnkronos a Strasburgo. L’europarlamentare con un filo di voce ha raccontato di essersi trovata nel ristorante dove stava cenando con alcuni assistenti parlamentari quando improvvisamente i proprietari “hanno chiuso tutto, anche le tende e ho capito subito…” ha detto Mussolini riferendo di aver percorso poco prima la Grande Rue, la strada con tutte le luminarie nei pressi della Cattedrale.

Qui l’audio della telefonata: https://video.repubblica.it/mondo/attentato-strasburgo-mussolini-a-sky–cosa-e-successo-di-tre-ore-fa-non-me-ne-frega-ora-siamo-bloccati-nel-ristorante/322212/322837