Cracovia, italiano fermato in aeroporto con pezzo di filo spinato di Auschwitz

Pubblicato il 12 agosto 2012 15:14 | Ultimo aggiornamento: 12 agosto 2012 19:45
auschwitz

Il campo di concentramento di Auschwitz (Foto Lapresse)

VARSAVIA – Un italiano di 66 anni è stato fermato e poi rilasciato all’aeroporto di Cracovia con un pezzo del filo spinato di Auschwitz.

L’uomo stava per imbarcarsi nell’aeroporto della città del sud della Polonia quando è stato trovato in possesso di un pezzo di filo spinato lungo 30 centimetri proveniente dal campo di sterminio nazista di Auschwitz-Birkenau.

Secondo quanto ha detto la polizia locale, ”l’uomo è stato fermato sabato sera. Ha spiegato agli agenti di aver voluto prendere un ricordo da Auschwitz perché suo padre morì in quel lager”, ha aggiunto un portavoce della polizia di Cracovia, Mariusz Ciarka.

L’italiano è ora in custodia cautelare. ”Se verrà fuori che che non ha distrutto nulla sarà liberato”, ha precisato il portavoce.

L’anno scorso era stato un cittadino francese di una cinquantina d’anni ad essere stato fermato all’aeroporto con due pezzi di filo spinato nel bagaglio a mano.

Un milione di ebrei, 75.000 polacchi non ebrei, 21.000 rom, 15.000 prigionieri di guerra sovietici e oltre 10.000 oppositori morirono a Auschwitz-Birkenau, campo di sterminio creato dai nazisti nella Polonia occupata.