Auschwitz, selfie vietati nel campo di concentramento. Troppi turisti irrispettosi verso le vittime

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 marzo 2019 12:03 | Ultimo aggiornamento: 24 marzo 2019 12:03
Auschwitz, selfie vietati nel campo di concentramento. Troppi turisti irrispettosi verso le vittime

Auschwitz, selfie vietati nel campo di concentramento. Troppi turisti irrispettosi verso le vittime

ROMA – Vietato scattare selfie nel campo di concentramento di Auschwitz. Quello che sembra un divieto all’apparenza inutile, per una questione ovviamente di buon senso di rispetto verso le vittime della Shoah, è stato invece necessario a causa dei numerosi turisti intenti a fotografarsi con alle spalle il campo di concentramento o il celebre cancello.

“Ci sono luoghi migliori per imparare a camminare in equilibrio rispetto a quello che simboleggia la deportazione di centinaia di migliaia di persone verso la loro morte”, ha scritto l’account twitter del Museo di Auschwitz. Il tweet ha ricevuto subito migliaia di like. Gli utenti sui social si sono detti scioccati dal comportamento dei visitatori che hanno condiviso quelle foto. Sì, perché alcune di esse sono state condivise dall’account del museo di Auschwitz proprio per prendere l’ideale della totale mancanza di rispetto.

“Andare ad Auschwitz non è come andare ad un Luna Park“, ha voluto ricordare qualcuno. Vergognosi per esempio gli scatti di ragazzi accanto ai letti a castello dove erano stipati fino a dieci prigionieri con la didascalia: “Quando sei ad Auschwitz alle 7 ma hai un progetto alle 9”. (Fonte Twitter).