Austria: la “casa degli orrori” di Fritzl diventa meta di party segreti tra i giovani

Pubblicato il 16 Febbraio 2011 21:29 | Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio 2011 21:29

VIENNA – La casa degli orrori ad Amstetten (Alta Austria), dove il padre incestuoso Josef Fritzl (74 anni) ha tenuto segregata per 24 anni la figlia Elisabeth, procreando con lei sette figli, è diventata una location segreta per party di giovani che vi fanno feste per dimostrare il loro coraggio. Lo riferiscono i media austriaci citando il Daily Mail.

Sulla casa, teatro di uno dei crimini piu’ raccapriccianti della storia dell’Austria, pende un divieto di demolizione imminente. Secondo i media, nel frattempo dei giovani della zona sarebbero penetrati dal garage nella cantina-carcere per farvi delle feste. A lume di candela e musica assordante (il luogo era stato insonorizzato da Fritzl e all’esterno non arriva suono) i giovani hanno fatto party facilitati dal fatto che la casa ”non è più sorvegliata”, dice un testimone al tabloid inglese.

”L’odore era terribile, le mura piene di muffa e il pavimento ricoperto di veleno per topi, ma era fico lo stesso”, commenta il testimone. La polizia locale smentisce e dice che sono solo chiacchiere, ma le fonti del Daily Mail citano a riprova delle feste avvenute la presenza di ”mozziconi di sigarette e resti di cibo e candele” nel bunker. Secondo il tabloid austriaco Oesterreich, la beffa finirà presto perché la casa sarà demolita: quando è un segreto per non scatenare ulteriormente la fantasia di curiosi e media.