Austria, fermato a 338 km/h con la Porsche in autostrada: era senza patente

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 settembre 2018 11:03 | Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2018 11:03
austria porsche

Austria, fermato a 338 km/h con la Porsche in autostrada: era senza patente

VIENNA – Ha toccato i 338 chilometri all’ora in autostrada. Il pilota un 34enne senza patente, che ha percorso a bordo di una Porsche, un tratto di una quarantina di chilometri, tra Melk e Amstetten, in Austria, con una velocità media di 280 km/h.

Lo spericolato ha poi dichiarato fiero agli agenti di aver raggiunto addirittura i 338 km/h. A questo punto la polizia non ha potuto ritirargli la patente, che l’uomo non possedeva, ma ha fatto scattare una denuncia contro di lui. Una storia che ricorda molto da vicino quello del “bolide del Grande Raccordo“.

Un australiano infatti, ad inizio luglio, a bordo della sua Lamborghini Aventador, ha toccato una punta di 311 km/h sul raccordo romano. Per fortuna oltre a lui, una pattuglia speciale della Polstrada era attiva in quelle ore. E così, attivato l’autovelox Pro Vida di bordo, i due agenti si sono messi all’inseguimento del bolide. Per 23 chilometri hanno tentato di stargli dietro e magari fermarlo dopo che avevano immortalato la velocità istantanea di 311 km/h. 

Da Tor Bella Monaca fino alla Pontina a tutto gas. Come in un Gran Premio. Quando il pilota si è accorto della pattuglia ha frenato ma ormai la frittata era fatta: per lui è scattata la confisca del mezzo, il ritiro di patente e una multa di quasi duemila euro. Ma l’australiano, residente in Svizzera, può vantare un record: mai nessuno prima di lui era stato mai fermato a Roma e nel Lazio a una simile velocità.