Austria, il padre-mostro Joseph Fritzl: “Mi moglie mi ama ancora. In carcere? Sono psicologo”

Pubblicato il 2 Novembre 2010 15:12 | Ultimo aggiornamento: 2 Novembre 2010 15:16

Josef Fritzl

E’ sicuro che sua moglie lo ami ancora Josef Fritzl e che è «è un buono psicologo, tutti vengono per le loro preoccupazioni». Il padre-mostro di Amstetten che per 24 anni ha tenuto la figlia segregata in un sotterraneo facendole generare sette figli, ha rilasciato la sua prima intervista da quando è stato condannato all’ergastolo nel marzo 2009.

Dalla struttura per detenuti con problemi psichici all’interno di un carcere di massima sicurezza vicino Vienna- Fritzl ha detto: «Ho scritto otto lettere da qui a mia moglie -dice Fritzl- e so che mi ama ancora anche se non mi ha mai risposto». «Ho paura che qualcuno me la porti via mentre sono qui -prosegue l’uomo- Il mio sogno è di uscire di qui e di prendermi cura di lei di nuovo perchè mi è sempre stata fedele».

Fritzl vive in una cella da 11,5 metri quadri ed è controllato costantemente. Lì coltiva pomodori e peperoni: «Ti distrugge l’anima se sei perennemente triste», ha spiegato l’uomo. «Il mio sogno è di poter uscire ancora vivo da qui».