Austria: prostituzione minorile nell’ex orfanotrofio?

Pubblicato il 17 ottobre 2011 22:11 | Ultimo aggiornamento: 17 ottobre 2011 22:18

VIENNA, 17 OTT – Dopo 40 anni hanno denunciato gli abusi e gli stupri che avrebbero subito da bambine: due donne hanno aperto un caso sull'orfanotrofio in cui sono cresciute, in Austria, con le loro agghiaccianti testimonianze. Su quello che e' davvero accaduto nell'istituto 'Schloss Wilhelminenberg', a Vienna, chiuso nel 1977, indaga ora una commissione.

''Vogliamo verificare subito le accuse e capire cosa e' successo'', ha detto oggi Johannes Koehler, capo dei Servizi sociali per i minorenni a Vienna in una conferenza stampa, annunciando l'apertura di una inchiesta.

L'intervista delle due donne, pubblicata dal quotidiano Kurier, rivela gli orrori che sarebbero stati perpetrati nell' orfanotrofio: 40 anni fa, all'eta' di sei e otto anni, le due bambine avrebbero subito stupri da diversi uomini nell'istituto. ''C'erano diversi uomini e almeno 20 bambine. A turno tutte venivano abusate'', hanno dichiarato le due donne al quotidiano. Le violenze avvenivano ''ripetutamente piu' volte al giorno''.

''Poi c'era una pausa di due settimane'', prosegue il racconto. Le due donne accusano le istitutrici che lavoravano con loro: avrebbero incassato del denaro – e di qui la denuncia per prostituzione – per le violenze sulle piccole orfane. ''Ci preparavano – continua la testimonianza agghiacciante – dovevamo portare una cintura per tenere la giarrettiera ed era vietato tagliarsi i capelli''. Il castello di 'Wilhelminenberg' si tova a circa 8 km dal centro di Vienna ed e' stato dal 1961 al 1977 un orfanotrofio. Nel 1988 e' diventato un albergo, e lo e' ancora oggi.