Austria, fossa comune con vittime del nazismo: Bolzano collabora all’identificazione

Pubblicato il 5 Gennaio 2011 18:32 | Ultimo aggiornamento: 5 Gennaio 2011 18:58

La Provincia di Bolzano ha offerto il suo sostegno ai responsabili dell’ospedale psichiatrico di Hall, in Tirolo, e alle autorità austriache per chiarire il caso della fossa comune con oltre 200 vittime del programma nazista dell’eutanasia e per risalire alla identità delle vittime. Fra queste potrebbero esservi, infatti, anche pazienti altoatesini.

In passato, infatti, gli altoatesini affetti da disturbi psichiatrici venivano ricoverate nella casa di cura di Pergine in Trentino, oppure, in quella di Hall in Tirolo. Come sottolinea l’assessore altoatesino alla sanità Richard Theiner, ”è importante fare il possibile per giungere alla verità dal momento che questi ritrovamenti riguardano uno dei capitoli più bui della nostra storia”.