Banconote 5 sterline inglesi con grasso animale. Rabbia dei vegani. In Scozia invece…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 dicembre 2016 7:12 | Ultimo aggiornamento: 2 dicembre 2016 17:23
Banconote 5 sterline inglesi con grasso animale. Rabbia dei vegani. In Scozia invece...

Banconote 5 sterline inglesi con grasso animale. Rabbia dei vegani. In Scozia invece…

ROMA – Le banche scozzesi rassicurano sul fatto che le banconote emesse non contengono grasso animale.  La dichiarazione arriva dopo la polemica sulle nuove 5 sterline della Bank of England, che ha sollevato milioni di proteste di vegani e vegetariani poiché, seppure più resistenti, contengono grassi animali.
Nel frattempo è stato rivelato che le banconote da 10 sterline e quelle da 20, che saranno emesse entro il 2020, probabilmente verranno realizzate con lo stesso procedimento.

Vegani e vegetariani sono impegnati a boicottare le banconote ed hanno lanciato una petizione online affinché venga rimosso il sego: per ora hanno aderito più di 100.000 persone. In questo crescente furore, le banche scozzesi affermano che le loro banconote sono vegan friendly e prive di prodotti animali.

Rispondendo ad una domanda su Twitter, la Bank of England questa settimana ha confermato che le banconote da £ 5 contengono sego, una sostanza a base di grasso animale spesso utilizzata per saponi e candele.  Un portavoce della Royal Bank of Scotland, ha invece affermato: “Confermiamo che le nuove banconote da £5 di polimeri, emesse dalla Royal Bank of Scotland, non contengono residui animali”.

Steffi Rox, imprenditrice vegana ha detto all’Evening Standard che non avrebbe accettato le nuove banconote:”Ho avviato un business chiamato Nice Mums e ho intenzione di rifiutare le £5 in pagamento, non accetto il cambiamento ma sarà dura quando introdurranno quelle da 10 e 20 sterline”.
Ha aggiunto che “con una sufficiente pressione”, la banca potrebbe sospendere di utilizzare il sego e che sarebbe fantastico “se ogni imprenditore vegano, o chiunque sia animalista, non utilizzasse le banconote da £5”.

I social media sono stati inondati da furiosi commenti dei gruppi che hanno espresso rabbia nei confronti della Bank of England. Doug Maw, di Keswick in Cumbria, che dichiara di essere “disgustato”, ha lanciato la petizione alla Bank of England per rimuovere il sego dalle nuove banconote di polimeri, emesse a settembre, e ha raccolto decine di migliaia di firme.

Nella petizione si afferma:”Le nuove £ 5 contengono sego ed è inaccettabile per milioni di vegani,vegetariani, indu, sikh, giainisti e altri nel Regno Unito”.
“Chiediamo che nelle banconote che dovremmo utilizzare, smettano di impiegare prodotti di origine animale”.
Non tutti gli utenti sono così critici, in un tweet si legge:”Davvero rifiutate di usare le nuove banconote da £5 per delle tracce di sego? Discutetene prima di fare una battaglia”.

All’inizio di quest’anno da un sondaggio è emerso che in Gran Bretagna il numero dei vegani negli ultimi dieci anni, è salito a oltre il 360%.
Il sondaggio, su quasi 10.000 persone, condotto da Ipsos MORI per la Vegan Society e la rivista Vegan Life ha mostrato un numero record di persone che evita alimenti derivati da animali. Nel 2006, si trattava di 150.000 persone ma ora ben 520.000, più dell’1% della popolazione, hanno aderito a una dieta vegetariana.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other