Barone svizzero arrestato. Pm: “A capo di una multinazionale del riciclaggio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Maggio 2015 16:24 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2015 16:26
Barone svizzero arrestato. Pm: "A capo di una multinazionale del riciclaggio"

Barone svizzero arrestato. Pm: “A capo di una multinazionale del riciclaggio”

VARESE – E’ stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Busto Arsizio (Varese) il barone e finanziere svizzero Filippo Dollfus de Volckersberg. E’ accusato di aver aiutato decine di persone e società italiane a far sparire soldi nella Federazione elvetica, in particolare nelle banche di Lugano. Per il pubblico ministero Dollfus sarebbe stato a capo di una “multinazionale del riciclaggio”, scrive Repubblica. 

Il finanziere svizzero è accusato di aver aiutato, negli ultimi decenni, ricchi italiani a trasferire all’estero grosse somme di denaro frutto di appropriazioni indebiti, corruzioni, evasione fiscale o riciclaggio. In tutto avrebbe fatto muovere soldi per 800 milioni di euro, anche se alcuni documenti in possesso degli inquirenti fanno pensare a somme anche maggiori.

Al momento sono state identificate 65 tra persone e società titolari di rapporti bancari nel mirino dell’inchiesta. La Guardia di Finanza ha anche perquisito alcuni studi di commercialisti a Roma e Milano. Già nel 2013 nell’ambito delle stesse indagini era stato arrestato il commercialista milanese Gabriele Bravi, collaboratore di Dollfus.