Belgio: insegnante pluriomicida confessa terzo delitto

Pubblicato il 11 Gennaio 2010 14:41 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2010 14:41
L'insegnante pluriomicida Ronald Janssen

L'insegnante pluriomicida Ronald Janssen

Il professore belga, che nella notte tra il primo e due gennaio scorso uccise una coppia di giovani fidanzati di 18 e 20 anni, ha confessato di essere anche l’autore dell’omicidio, avvenuto tre anni fa, di un’altra ragazza di 18 anni. Lo ha riferito lunedì il procuratore del re di Lovanio, Ivo Carmen, titolare dell’inchiesta.

Ronald Janssen, detto Ronny, 38 anni, insegnante di disegno tecnico, amato e rispettato da allievi e colleghi, la settimana scorsa è finito in carcere con l’accusa di aver ucciso con numerosi colpi di arma da fuoco Shana Appeltans, 18 anni, e il suo fidanzato Kevin Paulus, 20 anni. I due corpi furono ritrovati nella notte all’interno della loro auto, data alle fiamme, ad Hasselt, cittadina ad una sessantina di chilometri da Bruxelles, nelle Fiandre.

Ronny, divorziato e con due figli di 8 e 11 anni, messo alle strette dalla polizia, aveva confessato di aver ucciso i due giovani perché il ragazzo lo avrebbe “assillato”. In carcere, l’uomo ha quindi confessato anche l’omicidio e il sequestro di Annick Van Uytsel, una giovane di 18 anni scomparsa nell’aprile 2007.

Ora gli inquirenti temono, scrivono i media del Belgio, che “non si sia che all’inizio della scoperta di una lunga serie di crimini”. “Ronald Janssen potrebbe essere peggio di Dutroux”, scrive il quotidiano fiammingo De Standaard, citando il famoso pedofilo belga che sequestrò sei ragazzine, uccidendone quattro.