Belgio, scontro treni: tre vittime italiane

Pubblicato il 18 Febbraio 2010 21:17 | Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio 2010 21:17

Sono tre le vittime di origine italiana che hanno perso la vita nel disastro ferroviario di lunedì mattina a Hal, nei pressi di Bruxelles.

Tutte e tre le vittime erano nate in Belgio e una aveva optato per il mantenimento della nazionalità italiana. Si tratta di Maurizio Munaro, la cui famiglia è originaria di Chies d’Alpago (Bl).

Le due cittadine di origine italiana ma con nazionalità belga sono Claudia Candeago, che lavorava per il servizio stampa dell’Europarlamento, e Laurence Marie de Luca. La notizia della scomparsa di queste tre persone si è avuta solo oggi, in seguito alle difficili operazioni di identificazione.

Claudia Candeago, famiglia originaria di Belluno, era nata a Jenappes, sposata con un cittadino italiano e aveva optato per la nazionalità belga nel 1989, mentre Laurence Marie De Luca era nata a Mons e la famiglia è originaria di San Giovanni Rotondo.

Il portavoce dell’Europarlamento ha dato notizia della morte di Candeago esprimendo «grande tristezza» per la sua scomparsa. «Aveva preso il treno per venire a lavorare al Parlamento, come faceva tutte le mattine» afferma Jaume Duch Guillo, segnalando che il presidente dell’Europarlamento Jerzy Buzek ha inviato un messaggio di condoglianze.

In totale le vittime del drammatico scontro dovrebbero essere diciannove, delle quali diciotto già identificate. A quanto si è appreso, l’unico corpo che dovrebbe essere rimpatriato è quello di Maurizio Munaro.