Belgio, scopre che sua moglie era un uomo… dopo 20 anni

Pubblicato il 27 Novembre 2012 15:09 | Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2012 15:09
La cittadina di Jan e Monica, Antwerp, in Belgio

La cittadina di Jan e Monica, Antwerp, in Belgio

BRUXELLES – E’ vissuto 19 anni con una moglie che era stata un uomo. E lui non lo sapeva. L’uomo, un cittadino belga di 64 anni, Jan, aveva incontrato Monica, indonesiana, nel 1993, quando lei arrivò nella sua casa di Antwerp come ragazza alla pari per i figli della sorella.

Jan è venuto a sapere del passato “maschile” della moglie solo dopo quasi vent’anni di matrimonio, quando un cugino di lei gli ha raccontato la verità.

Al quotidiano belga Nieuwsblad Jan ha spiegato: “Il mio secondo matrimonio era in crisi quando incontrai Monica, e subito ci innamorammo. Pensai subito che era una donna affascinante, e di fatti lei aveva tratti femminili, nulla che lasciasse immaginare la sua origina di uomo. A quell’epoca lei aveva 27 anni, io 44, così le domandai se volesse dei figli. Fui felice quando mi rispose di non volerne, visto che io ne avevo già due”.

“Durante i nostri rapporti sessuali non notai nulla, ma solo adesso capisco perché usasse sempre del lubrificante per la penetrazione, come molti transessuali. E’ sempre stata una buona madre con i miei figli, anche un ottima cuoca, anche se ora capisco come mai non fosse molto brava a stirare…”

La relazione ha iniziato ad incrinarsi negli ultimi due anni, quando Monica ha cominciato a voler restare alzata fino a tardi da sola indossando abiti discinti. “L’ho anche trovata un giorno a chattare online con degli uomini. Ma non ho mai sospettato nulla fino a quando un suo cugino è venuto da noi e si è lasciato sfuggire qualcosa”.

“Alla fine ne ho parlato con Monica e lei ha confessato di essere nata maschio e di aver subito un‘operazione che le ha cambiato il sesso. Il mio mondo è crollato in pochi secondi. Ero schifato. Mi sentivo come se fossi stato stuprato per quasi vent’anni”.

Jan e Monica vivono ancora nella stessa casa dopo che il giudice si è rifiutato di sfrattare la moglie, come chiedeva Jan. “Ma viviamo in camere separate e ci parliamo raramente. Quello che Monica ha fatto a me e alla mia famiglia non è perdonabile. Voglio che d’ora in poi sia fuori dalla mia vita”.