Gay Pride Belgrado: per il patriarca ortodosso “vetta di iceberg dell’immoralità”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Maggio 2014 18:48 | Ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2014 18:48
Belgrado, Gay Pride: per il patriarca ortodosso "vetta iceberg dell'immoralità"

Gay Pride (Foto LaPresse)

BELGRADO – Il patriarca serbo ortodosso Irinej si è scagliato contro il “Gay Pride” in programma il 31 maggio a Belgrado, definendo la manifestazione come la “vetta di un iceberg dell’immoralità, un insieme di peccati e vizi”.

“Mi dispiace per quelle persone che fanno parte della cosiddetta popolazione omosessuale. Si tratta di un disturbo, di una devianza dalla natura umana. Li posso capire, come capisco il loro problema. Ma non posso capire il fatto che questo problema lo addossino a noi e lo mostrino in pubblico”, ha affermato il patriarca.

Proprio ieri una formazione di estrema destra ultra nazionalista omofoba aveva chiesto alle autorità di vietare il Gay Pride, per evitare scontri e incidenti. Negli ultimi tre anni il “Pride” di Belgrado è stato annullato all’ultimo momento dalle autorità per motivi di sicurezza a causa delle minacce di violenze e disordini da parte di gruppi dell’estrema destra ultranazionalista ostile al movimento omosessuale. Il corteo di gay e lesbiche tenutosi nella capitale nell’ottobre 2010 era sfociato in violenti scontri tra polizia e estremisti con un bilancio di centinaia tra arresti e feriti.