Cronaca Europa

Francia, scandalo L’Oreal: altri 30mila euro mettono nei guai Sarkozy

Nicolas Sarkozy

Non si fermano scoop e rivelazioni circa il finanziamento della campagna presidenziale di Nicolas Sarkozy da parte della famiglia Bettencourt. Nonostante la secca smentita pronunciata ieri sera in tv dallo stesso capo di Stato in diretta dall’Eliseo, oggi il sito internet del settimanale Le Nouvel Observateur pubblica in prima pagina un documento che secondo il giornale dimostrerebbe come nel solo 2006 i doni al partito di Sarkozy da parte di Liliane Bettencourt e di suo marito André (morto nel 2007) avrebbero raggiunto i 30.000 euro.

Il documento, ”strettamente personale e confidenziale” è rivolto dal solito Patrice de Maistre, il gestore del patrimonio degli eredi dell’Oreal, ad André Bettencourt il 29 settembre del 2006. Nello spazio dedicato all’oggetto del testo c’è scritto: ”Finanziamento Ump, NS”. Per Le Nouvel Obs non c’è dubbio: le due ultime iniziali indicano ”chiaramente Nicolas Sarkozy”.

E ancora. Sempre nella stessa missiva, de Maistre spiega ad Andre Bettencourt di ”aver deciso con il signor Woerth (l’attuale ministro del Lavoro al centro della bufera per lo scandalo Bettencourt) che potreste far depositare i quattro assegni alla sua attenzione, presso la sede dell’Ump” a Parigi. Nella missiva inviata ad Andre Bettencourt, de Maistre spiega anche che i quattro assegni sono ”per la campagna presidenziale” del 2007.

To Top