Bici pericolosa anche all’estero. Principe Carlo ricorda: “Io vivo per miracolo…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 dicembre 2016 6:35 | Ultimo aggiornamento: 30 novembre 2016 16:43
Bici pericolosa anche all'estero. Principe Carlo ricorda: "Io vivo per miracolo..."

Bici pericolosa anche all’estero. Principe Carlo ricorda: “Io vivo per miracolo…”

LONDRA – La bici è un mezzo pericoloso? Nelle città gli incidenti sono sempre più frequenti e anche Carlo d’Inghilterra ne è rimasto vittima. “Non so come sono sopravvissuto” e rivela per la prima volta che negli Anni ’60, studente a Cambridge, mentre andava in bicicletta fu investito da un’autobus.

Il principe, che tra il 1967 e il 1970 era studente al Trinity College, confessa che fu investito dal mezzo pubblico mentre passava oltre lo storico Fitzwilliam Museum di Londra. E proprio nel corso di un ricevimento per celebrare il bicentenario del museo e il 600° anniversario della Cambridge University Library, ha fatto la rivelazione, affermando che l’incidente avrebbe potuto cambiare il corso della storia.

Non ne ha tuttavia, rivelato la gravità, se addirittura il fratello Andrea sia stato vicino a diventare erede al trono, ma ha chiarito che l’ha scampata per un soffio.

I collaboratori, hanno affermato di non aver mai sentito parlare dell’incidente ma visto che il 32% delle persone che vivono a Cambridge sono pendolari in bicicletta, non stupisce che il principe all’epoca si fosse convertito alle due ruote.

Carlo è il primo erede al trono ad aver conseguito una laurea; ammesso al Trinity College di Cambridge, studiò antropologia, archeologia e storia, laurendosi nel 1975 col grado di 2:2 Bachelor of Art.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other