Bimba malata di leucemia vomita al McDonald’s, le offrono dell’acqua ma poi le chiedono i soldi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 ottobre 2018 7:36 | Ultimo aggiornamento: 10 ottobre 2018 8:11
mcdonalds leucemia

Bimba malata di leucemia vomita al McDonald’s, le offrono dell’acqua ma poi le chiedono i soldi

LONDRA – Nel Merseyside, una mamma sconvolta racconta la brutta disavventura da McDonald’s: ha dovuto pagare una bottiglietta d’acqua data alla figlia Lola di sette anni che dopo una seduta di chemioterapia aveva vomitato.

Beth King aveva portato la piccola in un McDonald’s e a causa delle nausee dovute al trattamento aveva vomitato. Lola è nata con la leucemia linfoblastica acuta ma le è stata diagnosticata solo a gennaio e da quando è sottoposta a intese sedute di chemioterapia ha perso l’appetito, energie e peso. Per questo, sostiene la mamma, quando le ha chiesto di andare da McDonalds insieme alla sorella Stella, di cinque anni, l’ha accontentata.

Ma mentre stava mangiando, Lola ha iniziato a vomitare ed era anche imbarazzata perché le persone la fissano continuamente a causa della perdita di capelli.

L’addetto alle pulizie si è avvicinato con una bottiglietta d’acqua ma la mamma è rimasta allibita quando dopo pochi minuti è tornato dicendole che il gestore voleva che pagasse l’acqua.

“Ho chiesto cinque volte del direttore, ho aspettato 40 minuti ma non si è presentato nessuno”, ha raccontato Beth al Liverpool Echo.

“I clienti in coda commentavano l’episodio come “disgustoso” e si sono offerti di pagare l’acqua ma ho detto loro di non farlo”.

Il giorno seguente, Lola, che frequenta la Park Primary School di Wallasey, si è sentita male ed è stata ricoverata all’ Alder Hey Children’s: ha subito una trasfusione di sangue e ora è in isolamento.

Un portavoce di McDonald’s ha dichiarato: “Siamo molto dispiaciuti e vorremmo incontrare la cliente per discutere dell’episodio in modo più dettagliato”.