Birmingham, rissa e accoltellamenti nella notte. Un morto e 7 feriti

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Settembre 2020 10:43 | Ultimo aggiornamento: 6 Settembre 2020 13:58
Birmingham, rissa e accoltellamenti nella notte. Diversi feriti

Birmingham, rissa e accoltellamenti nella notte. Diverse persone ferite (Foto archivio Ansa)

Notte di paura a Birmingham. Diverse persone accoltellate 

Numerosi accoltellamenti nella notte a Birmingham. “Possiamo confermare che verso la mezzanotte e trenta di oggi siamo stati chiamati per un accoltellamento nel centro città”, ha scritto su Twitter la polizia delle West Midlands.

Un persona è morta e altre 7 sono rimaste ferite. Due di queste, un uomo e una donna, sono “in gravi condizioni”. Il sovrintendente Steve Graham non ha citato un movente, limitandosi a dire che un’indagine urgente è stata avviata e che risulta “un legame” fra le diverse risse e aggressioni verificatesi in un’area al cuore della vita notturna della città “fra la mezzanotte e mezzo e le 2,30”.

“Siamo subito arrivati, insieme ai colleghi del servizio di ambulanza. Poco dopo sono stati segnalati altri accoltellamenti nella zona”, ha detto la polizia.

Immagini trasmesse dai notiziari della televisione britannica mostrano ampie aree del centro di Birmingham isolate con del nastro mentre gli agenti di polizia in tuta forense operano sulla scena per i rilievi.

“Il lavoro è ancora in corso per stabilire cosa è successo, e potrebbe volerci del tempo prima che siamo in grado di confermare qualcosa”, ha detto ancora la polizia. “In questa fase iniziale non sarebbe appropriato speculare sulle cause di quanto accaduto”.

La polizia ricerca un uomo che potrebbe essere l’unico responsabile dei ripetuti accoltellamenti contro obiettivi ritenuti “casuali”, forse in preda a un raptus. Di certo, però, le violenze hanno coinvolto decine di giovani, probabilmente eccitati dal parapiglia e dall’alcol in una serata di locali affollati dopo le vacanze e il lockdown.

Il sovrintendente Steve Graham ha parlato di “eventi tragici e sconvolgenti” e ha spiegato che si indaga per omicidio ma ha riferito di non avere “assolutamente alcuna indicazione” di un crimine d’odio etnico-confessionale, razzista o legato a tensioni tra gang rivali nella città fra la più multiculturali del Paese e con una grande comunità musulmana.

Il ministro degli Esteri, Dominic Raab, ha spiegato che non si sospetta un atto di terrorismo.

La follia tra la mezzanotte e le 2:30

Gli scontri sono avvenuti tra mezzanotte e mezzo e le 2 e 30. Le violenze sono partite dalla zona tra il Gay Village e il quartiere cinese. E’ l’area in cui sorge l’Arcadian Center, una zona di ristoranti, bar, caffè, club e hotel.

La presenza di molte persone ubriache avrebbe fatto da detonatore alle violenze in cui sono stati uditi “insulti razzisti”.

Almeno quattro le fasi delle violenze: un primo accoltellamento nell’area di Snow Hill seguito da uno scontro fra due gruppi di giovani presso l’Arcadian Center, e poi gli attacchi fra le vicine Livery Street, Irving Street e Hurst Street. 

E’ stato lanciato un appello a tutti i testimoni e a chi abbia filmato scene di violenza a presentarsi alla polizia.

La testimone oculare

Una testimone oculare riferisce di una maxi rissa avvenuta nella zona dei locali. Cara, questo il nome della donna che lavora al club Arcadian Center, ha detto alla Bbc di aver visto “più persone fare a pugni”.

Aveva finito il suo turno e stava bevendo con i colleghi quando ha sentito un “forte scoppio e un bel po’ di trambusto. Ho visto più persone che litigavano. Persone provenienti da pub e club sono uscite e hanno iniziato a vedere cosa stava succedendo”.

“C’erano donne, maschi, anziani, giovani, un tale mix di persone, non sembrava reale in quel momento. Lavorando nei club, ho sempre visto un bel po’ di litigi ma mai come stasera”.

“La quantità di cose che ho sentito essere successe stasera nell’arco di tre ore – conclude – con gli accoltellamenti, tamponamenti di auto e molte altre cose è uno shock enorme per me”. (Fonte: Ansa).