Bismarck, l’affondamento della nave nazista. Le foto dei marinai tedeschi in mare

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 aprile 2018 6:18 | Ultimo aggiornamento: 6 aprile 2018 17:24
Bismarck, l'affondamento della nave nazista. Le foto dei marinai tedeschi in mare

Bismarck, l’affondamento della nave nazista. Le foto dei marinai tedeschi in mare

ROMA – Alcune drammatiche fotografie, emerse dopo 77 anni (CLICCA QUI), mostrano il momento in cui centinaia di marinai tedeschi cercano disperatamente di nuotare per salvarsi dopo l’affondamento della nave da battaglia nazista Bismarck, avvenuto nel corso della seconda guerra mondiale.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano e Ladyblitz in queste App per Android. Scaricate qui Blitz e qui Ladyblitz.

Nelle immagini sgranate in bianco e nero si vedono dei puntini neri: sono gli uomini che annaspano nelle acque del mare pochi istanti dopo la distruzione della nave da parte della Royal Navy, il 27 maggio 1941.
Alla notizia che degli U-boat si stravano concentrando in quel tratto di mare, le navi inglesi interruppero le operazioni di salvataggio e malgrado gli sforzi della Royal Navy annegarono centinaia di marinai. In tutto, fra quelli uccisi in combattimento e nel successivo “tiro a bersaglio” effettuato dalle navi britaniche e quelli che furono risucchiati durante l’inabissamento della nave, persero la vita 2.000 marinai tedeschi.
Un’altra immagine mostra alcuni dei 110 sopravvissuti nuotare a cagnolino sotto lo scafo dell’HMS Dorsetshire che aveva preso parte all’attacco.

Si vede un marinaio tedesco attaccato a una corda lanciata dall’equipaggio britannico mentre altri si aggrappano ai relitti.
Le foto sono state scattate a bordo della Royal Navy che aveva dato la caccia a quella che rappresentava l’orgoglio della marina di Hitler, a seguito dell’affondamento, giorni prima, dell’incrociatore da battaglia HMS Hood in cui morirono 1.418 membri dell’equipaggio.
Il 24 maggio 1941, la Bismark, gravemente danneggiata dopo la battaglia nello Stretto di Danimarca, cercò di arrivare al porto francese di Saint Nazaire.

Ma quando il primo ministro Winston Churchill dette il famoso ordine “Sink the Bismarck”, affondate la Bismarck, una flotta di navi e numerosi aerei hanno iniziato la caccia per trovarla e distruggerla.
La notte del 26 maggio furono lanciati gli Swordfish dell’Ark Royal: gli aerosiluranti misero a segno due colpi, uno al centro della nave e uno a poppa che danneggiò il meccanismo di controllo del timone che rimase bloccato.
Per tutta la notte e nelle prime ore del mattino successivo, la nave è stata colpita da quasi 3.000 proiettili sparati dall’HMS Rodney, HMS King George V, HMS Norfolk e HMS Dorsetshire, scrive il Daily Mail.
Alcuni avevano affermato che l’equipaggio avesse cercato di arrendersi prima che la nave fosse affondata.
Se la Bismarck fosse stata catturata, si sarebbero salvati centinaia di tedeschi e al contempo avrebbe consentito agli ingegneri navali britannici di individuare i punti deboli della flotta tedesca, compresa la nave gemella della Bismarck, la Tirpitz, che continuò a devastare i convogli artici.

Tuttavia sarebbe stata un’operazione molto pericolosa a causa del numero di U-boat e di aerei della Luftwaffe presenti nell’area.
Le quattro fotografie relative al naufragio della più famosa nave da guerra della Seconda Guerra Mondiale sono state messe in vendita all’asta.
Sul retro delle foto passate alla censura, ci sono dei francobolli timbrati il 30 maggio 1941, incluso quello del Ministero dell’Informazione.
Andrew Aldridge, della casa d’asta Henry Aldridge and Son, a Devizes, nel Wiltshire, ha dichiarato:”Sono foto molto rare, una in particolare riporta a casa gli orrori della guerra e la tragedia degli uomini in mare che sarebbero annegati”.