Bristol, famiglia torna dalle vacanze in Turchia con ape Osmia avosetta nel bagaglio. Rischio catastrofe escosistema

di Caterina Galloni
Pubblicato il 30 Luglio 2019 6:36 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2019 20:24
Bristol, famiglia torna dalle vacanze in Turchia con ape Osmia avosetta nel bagaglio. A rischio escosistema

In foto un nido opera d’arte dell’ape Osmia avosetta, raro esemplare che vive solo in Turchia e Iran

BRISTOL – Le api britanniche sarebbero minacciate da un esemplare di ape Osmia avosetta intrufolatasi nel bagaglio di una famiglia al ritorno da una vacanza a Dalam, in Turchia. Ashley Toy, 49 anni, ha notato un insolito bozzolo sul divano, l’ha buttato via ma la mattina dopo la figlia Amelia, 19 anni, fuori dall’abitazione ha notato un’ape dall’aspetto diverso. Ha fatto delle ricerche e scoperto che l’Osmia avosetta si trova solo in Turchia e in Iran.

La famiglia ha contattato la British Beekeepers Association che ha a sua volta avvisato l’autorità ambientale Defra e la National Bee Unit. Un portavoce dell’associazione ha avvertito che la rarissima ape potrebbe avere un “effetto devastante” sulle api muratrici del Regno Unito: “Le specie non autoctone come questa creano diversi problemi e devono essere controllate. Possono trasmettere virus che eliminano le specie nostrane o competere per il nutrimento”.

Nel frattempo, l’Osmia avosetta sta costruendo numerosi bellissimi nidi, che sembrano sculture, nel giardino d’inverno della famiglia, formati da petali delle loro ortensie uniti dal fango. In America l’ape viene chiamata “flower sandwich” poiché il nido è formato da petali colorati. All’interno la femmina depone un solo uovo e poi sigilla il nido che si indurisce proteggendolo dai predatori. Dopo alcuni giorni la larva potrà nutrirsi del polline ed il nettare depositati all’interno.

Il Bumblebee Conservation Trust ha dichiarato di non essere mai stato a conoscenza della presenza dell’Osmia avosetta nel Regno Unito e ha informato che liberare nella natura una specie non autoctona potrebbe essere illegale. 
“Se è coinvolta la Defra immagino sia un grosso problema. Non mi hanno ancora detto di catturarla. Ora vola all’interno e fuori dall’abitazione con i petali. Sono totalmente confusa” ha osservato Toy.
La National Bee Unit ha contatto la famiglia e sta cercando di capire come intervenire. 

Fonte: Daily Mail