British Airways, colloqui falliti: da sabato via allo sciopero

Pubblicato il 19 Marzo 2010 23:39 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2010 23:40

Inizieranno domani tre giorni di sciopero del personale di cabina della British Airways: sono infatti falliti i colloqui tra l’azienda e il sindacato Unite. Si tratta di una prima tre giorni di agitazione, cui ne dovrebbe seguire atri quattro a partire dal marzo. Sciopereranno circa 12 mila dipendenti.

Il segretario generale di Unite, Tony Woodley, ha annunciato che le parti non sono state in grado di trovare un’intesa sulla disputa, che riguarda i contratti e le condizioni di lavoro per i nuovi assunti.

«Questa azienda non vuole negoziare, e alla fine vuole andare alla guerra con questo sindacato. Noi sosterremo i nostri iscritti», ha dichiarato. L’ad di British Willie Walsh ha definito «profondamente spiacevole» la decisione di andare allo sciopero: «Decine di migliaia di persone della British Airways sono pronti a servire i nostri passeggeri e Ba volerà e continuerà a volare in queste giornate di agitazione sindacale». Sia Walsh, sia Woodley, si sono detti pronti a riprendere i colloqui in qualsiasi momento.

Lo sciopero inizierà alla mezzanotte tra venerdì 19 e sabato 20 marzo.

Il primo ministro Gordon Brown ha fatto sapere tramite un portavoce di Downing Street che «questo sciopero non è nell’interesse di nessuno e che causerà inaccettabili disagi ai passeggeri.

Chiede che sia annullato immediatamente, e chiede alla direzione di British Airways e ai lavoratori di riunirsi senza perdere tempo e risolvere questa disputa su posti di lavoro e retribuzioni».

Secondo la Bbc, un totale di 1.100 dei 1.950 voli della British Airways in calendario per i prossimi tre giorni saranno cancellati.

A Gatwick, uno degli scali londinesi, si prevede che i voli a lunga percorrenza e oltre la metà di quelli a corto raggio dovrebbero partire; a Heathrow – ‘hub’ della Ba – oltre il 60% dei voli a lungo raggio dovrebbero operare normalmente, mentre solo il 30% di quelli a corto raggio non subiranno cancellazioni o forti ritardi.

La compagnia utilizzerà voli affittati da otto compagnie concorrenti.