Bruxelles, accoltella un poliziotto al grido di Allah Akbar

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 novembre 2018 9:05 | Ultimo aggiornamento: 1 dicembre 2018 16:24
bruxelles allah

Bruxelles, accoltella un poliziotto al grido di Allah Akbar

BRUXELLES – Un agente di polizia è stato accoltellato davanti al principale commissariato di Bruxelles, in rue du Marché du Charbon, vicino alla Grand Place, mentre è in corso la visita di Emmanuel Macron.

Il poliziotto ferito non è in gravi condizioni. L’aggressore, che secondo due testimoni avrebbe urlato “Allah Akbar”, (“Dio è grande”) è stato raggiunto da alcuni colpi d’arma da fuoco sparati dai colleghi dell’agente ed è ricoverato in ospedale.

Il caso viene trattato come potenzialmente terroristico, vista la dinamica e il grido caratteristico dell’estremismo islamico. Quindi è stata aperta un’indagine giudiziaria per tentato omicidio, nel contesto di un attacco terroristico, ha reso noto la Procura della capitale. Ma le autorità precisano, secondo quanto riportano anche le agenzie e i media belgi, che sono ancora in corso le indagini per accertare la natura dei fatti. Un portavoce della Procura ha spiegato: “Non siamo ancora riusciti a stabilire con certezza il movente. L’uomo non è ancora stato ascoltato ma testimoni l’avrebbero sentito gridare ‘Allah Akbar'”. 

Secondo i primi accertamenti, comunque, l’uomo non sarebbe stato conosciuto come un estremista islamico radicalizzato, mentre ci sarebbero precedenti a suo carico per traffico di armi.