Bruxelles, consigliere comune Bram Moerman soffoca i suoi 2 figli e si uccide

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Giugno 2014 22:08 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2014 22:38
Bruxelles, consigliere comune Bram Moerman soffoca i suoi 2 figli e si uccide

Bruxelles, consigliere comune Bram Moerman soffoca i suoi 2 figli e si uccide

BRUXELLES – Prima ha soffocato i due figli di 4 e 7 anni, poi si è tolto la vita. Il protagonista di questo omicidio-suicidio è Bram Moerman, consigliere comunale dei verdi fiamminghi di Bruxelles, in Belgio. “Sto per fare una stupidaggine”, ha detto Moerman, 34 anni, al suo medico che ha chiamato prima di dare il via alla strage. La madre dei due bambini era al lavoro ed è ora in stato di shock. Sono ancora ignote le cause del dramma.

I fatti, avvenuti la mattina del 12 giugno, hanno sconvolto la comunità e anche il sindaco della circoscrizione di Koekelberg, Philippe Pivin, dove Moerman era consigliere per Groen, che lo descrive come un uomo “conviviale”, “tranquillo” e “il più gentile dei consiglieri dell’opposizione: attento, costruttivo e intelligente”.

Senza parole anche i vicini, molti sotto shock, che lo conoscevano bene. Moerman e sua moglie vivevano insieme e, secondo quanto ha raccontato il sindaco, volevano aprire un ristorante e “avevano un progetto di vita a lungo termine”.

Molto attaccato ai figli, un bambino di 7 e una bimba di 4 anni, li andava spesso a prendere a scuola. “E’ incomprensibile, non ha mai dato questa immagine – ha aggiunto affranto il sindaco e collega -. Era un uomo conviviale e sorridente, cado dalle nuvole”.