Germania: suicidi in aumento dopo quello del calciatore Enke

Pubblicato il 23 Novembre 2010 18:08 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2010 19:23

La morte per suicidio del portiere della Nazionale di calcio tedesca Robert Enke è stata seguita da una impennata nei suicidi in Germania, secondo i dati resi noti dall’Istituto di statistica a Wiesbaden. Enke, che soffriva di depressione, si è gettato sotto un treno poco più di un anno fa, il 10 novembre 2009: secondo i dati diffusi, a novembre 2009 si è avuto il massimo aumento nel numero di suicidi mensili di tutto l’anno, mentre in altri mesi si era avuto addirittura un regresso.

Inoltre a dicembre 2009 vi è stato un raddoppio dei suicidi di maschi tra 20 e 25 anni rispetto allo stesso mese del 2008. In tutto i suicidi in Germania nel 2009 sono stati 9.571 (+1,3% rispetto al 2008), tra essi 7.199 uomini. L’organo di autogoverno per la stampa ha ricordato oggi che è ormai confermato il rapporto tra le notizie di suicidi e un incremento degli stessi nella popolazione e ha per questo di nuovo invitato giornali e televisione a prestare molta attenzione quando si riferisce di suicidi di persone note.