Caldo: in Russia si aggrava il bilancio dei morti negli incendi estivi

Pubblicato il 2 agosto 2010 9:16 | Ultimo aggiornamento: 2 agosto 2010 11:03

Mosca e il centro della Russia restano in preda all’afa e agli incendi sprigionati dalla torba e dal fuoco dei boschi continuano a fare vittime: è salito a 34 il numero dei morti vittime delle fiamme. Secondo il ministero per le situazioni di emergenza, citato dalle agenzie Interfax e Itar-Tass, il caldo potrebbe durare ancora per almeno una settimana, mentre nella capitale russa lo smog invade i quartieri, con una visibilità sempre più scarsa.

Il primo ministro Vladimir Putin attende per le 14:00 (mezzogiorno in Italia) i governatori delle città colpite, per parlare di nuovi piani contro la crisi e tirare le somme della situazione. Il presidente Dmitri Medvedev ha chiesto alla popolazione di collaborare, ricordando che ”in Russia ci sono stati sempre dei problemi, ma il paese ha resistito e ha superato tutto. Anche adesso abbiamo una prova da affrontare, e riusciremo a farcela se lavoreremo in modo coordinato, consolidato ed efficace, con grande responsabilità. Dobbiamo lavorare assieme”.