Capsula spaziale Urss venduta all’asta per un milione di euro

Pubblicato il 8 Maggio 2014 10:47 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2014 10:47
La capsula ristrutturata

La capsula ristrutturata

BELGIO, BRUXELLES -Una capsula spaziale sovietica, messa in orbita due volte alla fine degli anni ’70, è stata battuta all’asta a Bruxelles per un milione di euro, spese escluse. Lo ha reso noto la casa d’aste Lempertz che, attraverso la sua direttrice Christine de Schaetzen, si è detta “molto soddisfatta”. Prima capsula spaziale messa in vendita in Europa, il suo valore era stato stimato dalla società tedesca che, per l’occasione ha inaugurato la sua nuova sede nella capitale belga, tra 700.000 e 1,4 milioni di euro.

L’asta è avvenuta al telefono, ha precisato Christine de Schaetzen senza però rivelare l’identità dell’acquirente ma dicendo solo che è “europeo”. Battezzata “Vozvrashchayemyi Apparat” o “VA”, la capsula ha forma conica, è alta 2,2 metri per un diametro di 2,8 metri e pesa 1,85 tonnellate. Nel luglio 1977 ha portato nello spazio tre cosmonauti prima di tornare sulla terra un mese dopo. E’ stata poi usata per un volo senza equipaggio che ha compiuto una sola orbita intorno alla terra nel marzo 1978.

Infine tra il 1980 e il 1982 è stata utilizzata per prove di ammaraggio in alto mare. La casa d’aste ha ricordato che la capsula “fu costruita nell’ambito della lotta per la conquista dello spazio che durante tutto il periodo della Guerra Fredda oppose gli Stati Uniti all’Unione Sovietica”. A metterla all’asta è stata una società britannica specializzata in “turismo spaziale”, l’Excalibur Almaz. Prima dell’asta, la capsula spaziale è stata esposta al pubblico per due settimane e ha attirato numerosi curiosi.

Da ottobre la si potrà di nuovo ammirare in Germania dato che l’acquirente ha accettato di “prestarla” per una mostra che si terrà a Bonn. Durante la stessa asta della capsula sono state vendute anche due tute spaziali: quella usata dall’astronauta anglo-americano Michael Foale nel 2003 è stata battuta a 70.000 euro, quella utilizzata dal cosmonauta russo Alexander Kaleri nel 1996 stata acquistata per 63.000 euro.