Spagna: in carcere per omidicio confessa anche un delitto commesso in Italia

Pubblicato il 2 Luglio 2010 17:21 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2010 18:08

Un peruviano di 39 anni, in carcere in Spagna per l’omicidio dell’ex amante nell’aprile scorso, ha ammesso di aver ucciso in Italia anche un’altra ex fidanzata, connazionale, e scomparsa da Busto Arsizio il 14 aprile del 2006.

L’uomo ha dato le indicazioni per il ritrovamento del corpo, recuperato in una zona boschiva del varesotto a Olgiate Olona, in un antro artificiale che funge da scarico delle fognature. Si tratta di Teofilo Apolinar Galarda Menendez, in carcere a Granada per aver soffocato, davanti ad un testimone, nell’aprile scorso una donna con cui aveva avuto una relazione.

Da anni i carabinieri sospettavano di lui, indagando sulla sparizione di una peruviana di 24 anni Miriam Marilù Flores Gallardo, residente a Busto Arsizio (Varese). La giovane, ex fidanzata di Menendez, era scomparsa nell’aprile del 2006 e subito dopo si erano perse le tracce anche dell’uomo.

Quando è arrivata la notizia del suo arresto in Spagna, le indagini dei carabinieri, coordinate dal sostituto procuratore di Busto Arsizio Sabrina Ditaranto, in stretta collaborazione con la polizia spagnola, hanno subito una svolta.

Secondo il suo racconto, il peruviano, geloso perche’ la donna aveva interrotto la relazione, l’ha attirata a casa sua e l’ha strangolata. Quindi ha sepolto il cadavere.