Carola Rackete premiata da Parigi: “Perseguita in Italia”. Salvini: “Non hanno niente da fare”

di Alessandro Avico
Pubblicato il 12 luglio 2019 14:15 | Ultimo aggiornamento: 12 luglio 2019 14:15
Carola Rackete premiata da Parigi: "Perseguita in Italia". Salvini: "Non hanno niente da fare"

Nella foto Ansa Carola Rackete mentre scende dalla Sea Watch 3

ROMA – “Le due capitane della Sea Watch 3, Carola Rackete e Pia Klemp, riceveranno la medaglia Grand Vermeil, la massima onorificenza del Comune di Parigi, per aver salvato migranti in mare”: lo annuncia un comunicato del municipio della capitale francese. La medaglia vuole simboleggiare “la solidarietà e l’impegno di Parigi per il rispetto dei diritti umani” e va alle due operatrici umanitarie tedesche “ancora perseguite dalla giustizia italiana“, si legge nel documento. 

“Carola Rackete e Pia Klemp sono gli emblemi di questa battaglia, portatrici di valori europei ai quali il Comune di Parigi chiede ancora una volta al nostro continente di rimanere fedele”. “Dal 2014 – si legge nel comunicato – 17.000 persone sono morte o disperse in Mediterraneo. Di fronte a questa tragedia, il Comune di Parigi ribadisce il suo sostegno alle donne e agli uomini che operano per il salvataggio dei migranti ogni giorno e in condizioni difficili”.

La reazione di Salvini.

“Il Comune di Parigi premia con una medaglia Carola Rackete (comandante della Sea Watch – ndr), ‘perseguita in Italia’. Non è scherzi a parte. Questa è quella che ha schiacciato una motovedetta della Gdf e adesso i colpevoli sono i finanzieri? Vuoi vedere che adesso qualche magistrato indaga i finanzieri? Speronare motovedette comporta premi” Il Comune di Parigi evidentemente non ha altro di meglio da fare che non premiare questi soggetti”, ha detto in una diretta Facebook Salvini.

5 x 1000

Allegando su twitter un link che riporta la notizia della volontà dell’Europarlamento di invitare Carola Rackete a Bruxelles, Salvini ha anche scritto: “Ci manca pure che la nominino Cittadina Europea dell’Anno e abbiamo visto tutto!”. (Fonte Ansa).